Coronavirus, come comportarsi con il proprio cane

In questi momenti di agitazione nazionale ho visto scritto di tutto! Vorrei quindi fare chiarezza sulle notizie più importanti che stanno circolando su Coronavirus e il cane:

Coronavirus, come comportarsi con il proprio cane

Abbandono cani in vertiginoso aumento a causa del Coronavirus:

Quando ho letto questa notizia avevo il sangue che mi picchiava alla testa!

Per me, come per tutti gli amanti degli animali, questa cosa è davvero inaccettabile.

Cercando meglio nel web ho scoperto che fonte della notizia è AIDAA, che ormai da anni sforna notizie enormemente gonfiate nei numeri per ottenere condivisioni sui social.

Quindi la notizia ha un fondo di verità ma sicuramente non è del tutto vera.

Ciò nonostante mi preme davvero dire questo:

Prendetevi cura dei vostri cuccioli con maggior dedizione e attenzione proprio perché è un momento difficile per tutti, per loro compresi, ma vi prego: NON ABBANDONATELI.

Non è certo questo il modo di risolvere un problema (che sottolineo, ad oggi, essere INESISTENTE).

Guardateli negli occhi: NON ABBANDONATELI.

Primo cane positivo ad Hong Kong

La notizia del volpino di Pomerania in Cina è il caso che sicuramente ha allarmato tutti: è risultato positivo al test.

Si pensa abbia contratto il virus attraverso i baci della padrona ammalata ma questa trasmissione non ha prodotto infezione nel cane (almeno fino ad oggi) il che è decisamente diverso dall’essere ammalato.

Tutti gli esperti interpellati concordano sulla necessità di non preoccuparsi e non fare allarmismo: il Dr. Micheal Bradley dello Stanely Veterinary Center ha dichiarato:

“Non serve allarmarsi. Non ci sono ancora prove che il virus possa infettare cani, gatti o altri animali domestici. È probabile che il cane avesse il virus su di sé per contaminazione ambientale, perché un cane può essere un oggetto che trasporta il virus come qualsiasi altra cosa, per esempio un fazzoletto di carta.”

Insomma, nessuna necessità di allarmarsi, è giusto dire che la notizia è vera, ma rimangono molti dubbi su come il cane possa essere entrato in contatto con il virus.

NON SONO UN VETERINARIO, e come tutti voi dopo aver letto questa notizia ho cercato notizie nel web per capire se gli animali possono ammalarsi o diventare veicolo del virus.

Ogni scritto o video che ho potuto analizzare, dice che ad oggi non c’è prova che gli animali possano essere contagiosi e che questo sia l’unico caso di cane risultato positivo.

Come comportarsi con il vostro cane e il rischio di Coronavirus

Mi sento di poter dire serenamente che trovo assolutamente corretto dare maggior attenzione alle norme igieniche in questo momento, anche per quanto riguarda i nostri fantastici amici a 4 zampe.

Applichiamo a loro le stesse attenzioni che abbiamo verso di noi e i nostri famigliari.

Se vi sentite più sereni, lavate il vostro cane con uno specifico shampoo igienizzante. I negozi per animali sono ancora aperti e possiamo andare a comperarlo lì.

Fate 2 lavaggi al vostro cane, risciacquatelo con abbondante acqua corrente ed asciugatelo con asciugamani che poi disinfetterete con maggior attenzione.

Esistono in commercio anche delle salviette igienizzanti che potete passare sulle zampe e accuratamente negli spazi intergenitali e tra i cuscinetti o sul pelo che tocca terra (nel caso voi abbiate cani a pelo lungo) ogni volta che rincasate dalla passeggiata.

Riassumendo i passaggi più importanti per star vicino al tuo cane in questi giorni sono:

  • Spazzolarlo, questo è un consiglio che vale davvero sempre
  • Lavarlo, facendo attenzione ad usare prodotti specifici e possibilmente igienizzanti
  • Pulirlo con le salviette igienizzanti nelle zone più delicate
  • Coccolarlo, perché è in questi momenti che bisogna stare più vicini.

Questi saranno giorni un po’ più lunghi e cupi ma hai la fortuna di avere qualcuno che ti ama a fianco.

Prenditi cura di lui come lui fa con te quando ti vede giù!

Sii il primo a commentare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *